News

Gabriele Rosolin Master EAM

Gli ex allievi raccontano il Master EAM: intervista a Gabriele Rosolin

Gabriele Rosolin, ex allievo del Master EAM, racconta la sua esperienza.

 

Ciao Gabriele, in cosa sei laureato?
Ingegneria chimica.

 

Di cosa ti occupi nella vita professionale?
Sino a poco tempo fa mi occupavo dell’ufficio acquisti di una società di ingegneria che opera nel settore petrolifero. Ora invece ho cambiato ruolo e sono responsabile di un gruppo operativo che lavora direttamente per General Electric, essenzialmente per attività di manutenzione e affidabilità delle turbine a gas.

 

Ti occupi anche di clown terapia e sappiamo benissimo quanto tu sia utile a chi hai di fronte, ma quell’atteggiamento, quell’attività, quanto è utile invece a te a livello personale e professionale?
È un aspetto che non avrei mai immaginato di poter applicare anche nell’ambito lavorativo, perché permette di sviluppare molto l’ascolto tra le persone e questa è una cosa che poi ho utilizzato a livello professionale. A livello personale, tantissimo, in modo indescrivibile perché, onestamente, tutte le volte che esco dall’ospedale dopo il servizio mi ritrovo caricato su tutta la vita. Si tratta di un’esperienza che suggerirei di fare.

 

Cosa porti dietro dell’esperienza del Master, sia a livello didattico sia nella tua vita professionale?
Non avendo un’estrazione economica, mi ha dato la possibilità di conoscere tutta una parte di materie e di applicazioni che non pensavo potessero essere così interessanti e che poi ho ritrovato durante una parte della mia attività nelle analisi di bilancio e negli indici di redditività.

 

Come allievi del Master EAM siete molto diversi tra di voi, diversi per età, estrazione, background, attività professionale e molto altro. Cosa ha rappresentato ciò nella vostra esperienza al master?
Sicuramente è stato un vantaggio, perché mi ha permesso di confrontarmi con altre realtà e con persone che hanno avuto differenti esperienze, sia lavorative che di percorso di studi. All’inizio avevamo due o più scalini di differenza tra le varie persone, però poi questo si è colmato con il proseguo del Master.

 

Sulla base della tua esperienza, consiglieresti il Master EAM ad altre persone?
Sì, sicuramente.