News

Francesco Prontelli Rotork

Gli ex allievi raccontano il Master EAM: la testimonianza di Francesco Prontelli

Francesco Prontelli, Technical Sales Support Engineer presso Rotork, racconta la sua esperienza al Master EAM.

 

Ciao Francesco, di dove sei e di cosa ti occupi?
Vengo dalla provincia di Lucca e lavoro per la Rotork System, un’azienda che produce attuatori idraulici e pneumatici principalmente per il settore Oil&Gas.

 

In cosa sei laureato?
Mi sono laureato in Ingegneria Meccanica qui, all’Università di Pisa, nel 2004.

 

Qual è stato il momento in cui hai sentito l’esigenza di frequentare un master in economia e perché?
Ho sentito l’esigenza di frequentare un master che trattasse temi economici, manageriali e non squisitamente ingegneristici per cercare di ampliare le mie conoscenze. Visto che durante la mia esperienza lavorativa sono stato sempre impegnato in ruoli prettamente tecnici, volevo ampliare i miei orizzonti andando anche a vedere cose più commerciali ed economiche.

 

Il percorso al Master EAM ha soddisfatto questa esigenza?
Sì, il Master EAM ha soddisfatto questa esigenza. In particolare, l’ha soddisfatta in alcune testimonianze aziendali portate da vari manager che vengono da ambienti lavorativi veramente avanzati e stimolanti. Inoltre, anche durante le lezioni tradizionali, c’è stato un ampliamento delle mie conoscenze di base che prima non avevo, sia dal punto di vista prettamente economico come sul bilancio e la contabilità aziendale, ma anche su alcuni aspetti più innovativi come il project management.

 

Hai trovato applicazione concreta di quello che hai studiato al Master?
Si e nel frattempo il mio ruolo in azienda è leggermente cambiato: ho sempre una focalizzazione tecnica, ma anche di supporto a quelle che sono le attività di vendita. In questo entra in gioco non solo una concezione ingegneristica ma anche una concezione economica di quella che è l’offerta e del rapporto con il cliente.

 

Come speri che il Master potrà esserti utile in futuro e cosa ti aspetti per il futuro?
Prima di tutto, la mia prima ambizione, sarebbe quella di spendere dentro all’azienda in cui lavoro le conoscenze che ho acquisito. Altrimenti poter cercare, anche fuori da questa azienda, ruoli che mi possano far mettere in pratica sia le conoscenze tecniche che avevo che quelle acquisite in questo master.

 

Raccontaci una cosa che ti porterai dietro in modo particolare dall’esperienza Master EAM.
Mi rimane aver conosciuto diverse persone, alcune con la mia stessa provenienza lavorativa e di studio, altre che venivano da percorsi completamente differenti e ci siamo ritrovati in questo percorso a condividere e vivere situazioni ed esperienze diverse.

 

Grazie Francesco.
Grazie a voi